Monocotiledoni

Piante angiosperme caratterizzate da semi con una sola fogliolina embrionale (cotiledone).

  • Inoltre, le radici sono fascicolate e mai a fittone; spesso si sviluppano organi di riserva come rizomi, bulbi o tuberi.
  • Le foglie hanno nervature parallele, che partono tutte dalla base del lembo.
  • I fiori sono formati da più verticilli di 3 elementi ciascuno e l'involucro fiorale è costituito di 6 tepali, che sostituiscono i petali e i sepali.
  • I frutti possono essere di vario tipo: spesso sono capsule, acheni o cariossidi (nelle graminacee).

Chi sono

A esclusione delle palme, del bambù e di poche altre specie, le monocotiledoni sono prevalentemente erbacee.

  • Alle monocotiledoni appartengono importantissime piante alimentari:
    • in primo luogo i cereali (frumento, riso, mais, avena, orzo);
    • poi ortaggi, come la cipolla, l'aglio, l'asparago,
    • e piante da frutto, come la palma da dattero e il banano.
    • Grande rilievo industriale rivestono il bambù (pianta arborea), la canna da zucchero, la palma da cocco (pianta arborea).
  • Le monocotiledoni sono anche piante ornamentali (tulipani, orchidee, gigli ecc.) e forniscono prodotti chimici e farmaceutici (alcune specie contengono alcaloidi o glucosidi usati per la preparazione di medicinali).
Bibliography
Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License