Mutazioni spontanee e mutazioni indotte

Le mutazioni sono definite spontanee quando avvengono per cause a noi ignote.
Queste si contrappongono alle mutazioni indotte, cioè provocate da agenti di natura chimica o fisica.

Origine delle mutazioni spontanee

  • Le mutazioni spontanee spesso sarebbero errori di replicazione del DNA.
  • Un'altra importante causa di mutazioni spontanee sono gli elementi genetici mobili (trasposoni)
  • Sono noti dei geni (mutatori) che aumentano la frequenza di mutazione spontanea.
Bibliography
1. Mario Polsinelli, Luigi De Carli, Renato Fani, Dalla genetica classica alla genomica., Carlocci, Roma, 2008

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License