Polifiletico

A ogni livello gerarchico tassonomico, ciascun taxon viene definito monofiletico quando i suoi membri condividono un antenato e una storia evolutiva comuni. Un taxon viene, invece, considerato polifiletico quando comprende due o più membri con tratti comuni, ma che si sono evoluti per fenomeni di convergenza evolutiva da linee ancestrali differenti. È possibile che un taxon prima considerato monofiletico, in seguito a nuove ricerche risulti polifiletico; in tal caso, questo taxon polifiletico rappresenta un errore di classificazione, e in genere si cerca di correggerlo dividendo il taxon in più taxa monofiletici. [1]

Esempi di taxon polifiletici:

  • Protisti (regno), forse il taxon polifiletico per eccellenza
  • Briophyta (phylum) (ritenuto polifiletico)

Esempi di gruppi ritenuti polifiletici:

Bibliography
1. "Classificazione tassonomica," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2008
Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License