Trachee

Le trachee o "vasi aperti", sono gli elementi conduttori più evoluti che costituiscono lo xilema o legno delle piante vascolari.

Una trachea è costituita da cellule allungate sovrapposte che, oltre ad essere prive di citoplasma e organuli (quindi morte a maturità), hanno riassorbito le pareti trasversali (da cui il nome di "vaso aperto") dando luogo ad un tubo, il che permette un efficiente transito longitudinale dell'acqua e dei soluti.

Vantaggi delle trachee rispetto alle tracheidi

  • eliminazione delle pareti trasversali => riduzione della resistenza al flusso della linfa grezza
  • aumento del diametro (ø) della tubazione (150 µm in media contro i 30 µm medi delle tracheidi) => aumento del flusso (essendo proporzionale alla 4^ potenza del raggio)

Varietà della lignificazione delle trachee

La varietà dei tipi di lignificazione della parete secondaria nelle trachee è minore rispetto alle tracheidi. I tipi scalariforme e punteggiato sono i più frequenti.

Presenza delle trachee nelle piante

Le trachee sono un tipo di elemento anatomico di conduzione più specializzato che caratterizza il legno delle Angiosperme ma che compare anche nelle Gnetine, in alcune specie di Selaginella e di Equisetum, in numerose specie di felci: eccellente esempio di evoluzione convergente, cioè del manifestarsi di strutture simili in organismi evolutivamente non correlati o correlati soltanto alla lontana.

Voci correlate

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License